13 luglio 2019

Lunedì 15 luglio nuovo incontro per la trattativa contrattuale delle farmacie

Lunedì 15 luglio ci sarà un nuovo incontro per esplorare la possibilità di andare avanti nella trattativa del rinnovo contrattuale Federfarma.

Dopo qualche mese di riflessione, in cui diverse voci anche esterne al tavolo si sono espresse riguardo al progredire faticoso della trattativa di rinnovo, la parola torna alle delegazioni trattanti.

A martedì per gli aggiornamenti, speriamo che ci siano novità positive

 

8 commenti

  • Michele says:

    Ricordate il mega sciopero dei camerieri di ristorante, culminato con il rinnovo e il miglioramento del loro CCNL?
    E l’altrettanto proficuo, grande sciopero dei dipendenti di autofficina meccanica?
    Entusiasmante anche la discesa in piazza dei dipendenti di saloni estetici, fu un trionfo!
    Impossibile dimenticare poi la grande, compatta mobilitazione dei dipendenti di impresa edile che esito’ in un insperato, fantastico risultato per la categoria.
    Come dite??
    Non ricordate alcuno di questi eventi?
    Ah già, forse perché non se ne è mai verificato nessuno e le condizioni di lavoro di tutte quelle categorie Dio solo sa quali siano, a tutt’oggi, Anno Domini 2019.
    Mmhh.. E cosa hanno in comune quelle categorie, più tante altre, con la nostra, di farmacisti dipendenti di farmacia privata?
    Vediamo:
    -Siamo tutte categorie di masochisti ai quali piace lavorare senza il rispetto del proprio contratto?
    -Siamo tutte categorie di pusillanimi che non hanno il coraggio di scioperare?
    -Siamo tutti “bravi solo a lamentarci ma inermi quando si tratta di agire”?
    -Siamo tutti così tirchi e pavidi che non versiamo la quotarella mensile ai nostri rappresentanti, loro si, esperti e coraggiosi?
    O forse…
    O forse, guarda caso, l’aspetto principale che abbiamo in comune è la frammentazione in microrealtá a conduzione familiare, in un paese senza diritto del lavoro, senza controlli, senza sanzioni?
    E allora secondo voi quante probabilità ha la nostra categoria di organizzarsi e riuscire in un intento che praticamente non è mai riuscito a nessuno in Italia, nelle nostre stesse condizioni “ambientali”?
    Questo numero di probabilità non va neanche ipotizzato, basta vedere cosa si è ottenuto finora: la mortificazione di una figura chiave della sanità italiana.
    Chiedo solo una cortesia: prima di rispondermi con le solite giaculatorie sterili del tipo: “smetti di pontificare e vieni in prima fila/delega concretamente/fai qualcosa di fisico” fatevi/facciamoci un esame di coscienza e diciamoci cosa avete/abbiamo ottenuto finora, e se è il caso di continuare così e nel frattempo di mettere a tacere i rompiscatole come me con le solite inutili accuse di immobilismo. Accuse ampiamente e preventivamente rimandate al mittente tramite gli esempi di cui alle prime righe, sulle quali invito a riflettere una volta per tutte.

    • redazioneblog says:

      Michele, a parte il rispetto che bisognerebbe avere per le condizioni di lavoro degli altri che non sarebbe opportuno prendere in giro, possiamo invitarti a riflettere anche noi, sulla proposta tua? Se le condizioni fossero quelle che descrivi, cosa proponi di fare? Rassegnarci a peggioramenti ulteriori delle condizioni di lavoro? Non rinnovare mai il contratto?
      Le categorie di cui parli comunque hanno tutte contratti in vigore perchè recentemente rinnovati, anche con scioperi e mobilitazioni, tranne i lavoratori dei centri estetici. Il contratto del turismo (o “camerieri di ristorante” come li chiami tu) è stato rinnovato 10 giorni fa, se non ricordiamo male con 100 euro di incremento retributivo al quarto livello

  • Luciana says:

    E il nostro contratto..questa notte wuello dei medici e noi ???

  • Roberto says:

    Buondì
    L’incontro tenutosi lunedì ha smosso qualcosa o siamo ancora in una fase di stallo?

  • Marco says:

    Mi domando perché nelle farmacie non viene erogata una indennità di vacanza contrattuale per compensare parzialmente il mancato aumento salariale atteso da quasi 80 mesi?

  • Carmine says:

    Speriamo sia la volta buona….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *