17 dicembre 2020

Solidarietà a Patrick Zaki, farmacista

Venuti a sapere che Patrick Zaki (di cui tutta Italia ormai conosce lo stato di detenzione senza processo da parte del regime egiziano di Al Sisi, lo stesso da cui ancora manca una possibilità di giustizia per Giulio Regeni) prima e oltre che Dottorando in Scienze Sociali dell’Università di Bologna è laureato in Farmacia,

i delegati Filcams CGIL della RSU delle farmacie comunali di Ferrara ieri hanno fatto un comunicato di solidarietà a Zaki, a cui in poche ore ha aderito la Filcams di Ferrara e poi nella giornata di oggi anche il Coordinamento dei delegati Filcams delle farmacie della Toscana e l’intera Filcams CGIL Toscana.

Questa la versione scaricabile

del comunicato che riportiamo anche qui sotto, mentre vi invitiamo tutti alla massima condivisione

Le RSU della Filcams CGIL AFM Farmacie Comunali di Ferrara, unitamente a 55 dipendenti e alla segreteria provinciale Filcams CGIL intendono esprimere piena solidarietà al giovane Patrick Zaki.

Patrick è nostro collega, farmacista, studioso e ricercatore, e stava seguendo un master internazionale in Studi di genere all’università di Bologna quando, il 7 febbraio del 2020, di ritorno dall’Italia per far visita ai parenti, è stato arrestato all’aeroporto del Cairo, incarcerato e torturato.

Da allora la sua detenzione viene procrastinata di continuo, senza la possibilità di ottenere un giusto processo, che gli consenta di rispondere alle accuse di istigazione al rovesciamento del governo e della Costituzione che gli sono state mosse. E’ da molti anni attivista, impegnato con Iniziativa egiziana per i diritti delle persone (EIPR).

Come già accaduto per Giulio Regeni, ucciso dopo essere stato torturato in Egitto nel 2016, dobbiamo registrare, ancora una volta, come l’impegno per le libertà individuali, (in particolare nel caso di Patrick delle minoranze religiose e per la causa Lgbt), rappresenti, in quel paese, fonte di grave discriminazione e rischio personale.

Invitiamo tutte le persone e le istituzioni che condividono il principio del diritto di manifestare le proprie idee in assoluta libertà e sicurezza, ad unirsi a noi nel sollecitare le autorità italiane e internazionali a mettere in campo tutte le azioni utili per garantire Zaki e tutte le persone ingiustamente detenute e private della possibilità di esprimersi liberamente.

Sollecitiamo anche che si faccia ogni sforzo possibile per giungere finalmente alla piena verità su quanto accaduto a Giulio Regeni e affinché i responsabili vengano individuati ed assicurati alla giustizia.

L’impegno civile e la possibilità di esprimerlo in assoluta sicurezza, è un valore di civiltà e deve essere riconosciuto e garantito a tutte le persone.

Ferrara 16 dicembre 2020

Aderiscono al Comunicato in data 17 dicembre, dichiarando la loro piena solidarietà al collega Patrick Zaki, anche il Coordinamento dei delegati Filcams CGIL delle farmacie della Toscana e tutta la Filcams CGIL Toscana

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

5 commenti

  • Benedetta Mariani - Fiafant says:

    Come Presidente di Fiafant e in rappresentanza di tutti i colleghi farmacisti che si riconoscono nei valori – che condividiamo con la Filcams e con tutta la CGIL – dell’impegno civile e sociale, delle lotte per i diritti, delle piene garanzie per la libertà di espressione, esprimo l’adesione all’appello proposto dai delegati CGIL delle farmacie di Ferrara in solidarietà a Patrick Zaki, farmacista, studioso, attivista da mesi detenuto senza processo.
    #freePatrickZaki

  • Domenico says:

    Mi associo al comunicato come RSA filcams cgil delle farmacie di Modena

  • Gianpaolo Rosato says:

    Aderiamo all’appello come RSA FILCAMS-CGIL della Farmacap, Azienda Speciale di Roma.

  • Marco Botili says:

    Non si puo imprigionare l’ideale

  • Marco Botili says:

    Come RSA Filcams in Farmacap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *